Il mercato immobiliare italiano ha chiuso il 2018 con valori positivi, confermando il trend in ripresa iniziato nel 2014 e registrando più di 550mila compravendite.

Tale ripresa è stata resa possibile grazie alle diverse agevolazioni ed incentivi promossi in ambito edilizio, nello specifico i bonus a sostegno dell’acquisto e della ristrutturazione delle abitazioni, nonché i mutui più favorevoli per la casa.

Nel primo trimestre del 2018 si è registrata una crescita del 4,3% rispetto allo stesso periodo del 2017, il dodicesimo aumento trimestrale consecutivo con 127.277 abitazioni compravendute. Protagoniste di questo aumento sono state le grandi città.

Il tasso di crescita si è mantenuto stabile nel secondo trimestre, con 153.693mila transazioni, il 5,6% in più rispetto all’analogo periodo del 2017. In questo caso, la crescita più marcata ha interessato i comuni minori (+5,9%, contro il 5,1% dei capoluoghi di provincia).

Nel terzo trimestre del 2018 le compravendite sono state il 6,7% in più rispetto al 2017, ovvero 130.609 unità compravendute. 

Rispetto al 2017, il consuntivo del 2018 ha segnato un incremento del 2,3 % per il mercato immobiliare residenziale nelle principali città metropolitane italiane, che dunque conferma la crescita già registrata nel corso dei mesi.

Anche nel 2019 sarà possibile beneficiare di detrazioni e agevolazioni come: bonus ristrutturazioni, bonus mobili, ecobonus e il nuovo sismabonus.

In sintesi, le valutazioni per il 2019 tendono a confermare ancora l’andamento positivo del settore immobiliare.